Fondazione Internazionale Trieste per il progresso e la libertà delle scienze
  1. Home
  2.  » TLQS

TLQS

FIT affianca l'OGS nell’organizzazione e nella gestione del progetto Trieste Laboratory on Quantitative Sustainability.
Logo Trieste Laboratory on Quantitative Sustainability

Il progetto

Il Trieste Laboratory on Quantitative Sustainability (TLQS) è un laboratorio diffuso tra le varie istituzioni scientifiche e umanistiche del territorio del Friuli Venezia Giulia, proposto dall’Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale – OGS e dalla Fondazione Internazionale Trieste (FIT), dedicato alla ricerca sulla sostenibilità quantitativa.

Con sostenibilità quantitativa si intende l’uso delle metodologie scientifiche per la rappresentazione e l’analisi quantitativa dei vari Obiettivi dello Sviluppo Sostenibile nella prospettiva di studiare gli elementi costitutivi della scienza della sostenibilità, una scienza che ci permetta di fare previsioni a breve e medio tempo sulla salute del pianeta e delle persone che lo abitano, e su come le diverse policy e le diverse tecnologie impattino sulle società e sui gruppi e le organizzazioni che le compongono.

Le parole chiave del progetto sono:

  • Ricerca interdisciplinare. La rappresentazione e l’analisi quantitativa della sostenibilità non può prescindere da una ricerca che travalichi le barriere disciplinari. Il Laboratorio triestino vuole identificare gli strumenti per favorire e valorizzare e mettere in atto tale interdisciplinarità.
  • Internazionalità. La ricerca scientifica non può prescindere dalla sua internazionalità in generale, sia per quanto riguarda le collaborazioni, sia per la diffusione delle conoscenze raggiunte. A maggior ragione ciò vale per lo studio scientifico della sostenibilità che va condotto a livello globale.
  • Reti scientifiche e sociali. Il TLQS vuole promuovere un confronto attivo, non solo tra studiosi di diverse discipline, scientifiche e umanistiche, ma anche tra chi appartiene a diverse componenti sociali, quali ricercatori, imprenditori, amministratori pubblici, e la società civile nelle sue varie componenti, onde favorire il trasferimento e la valorizzazione delle conoscenze per rispondere ai bisogni economici e sociali del Pianeta. Obiettivo primario del Laboratorio è quello di dar vita ad una rete interdisciplinare sui temi sostenibilitàche partendo dal FVG si possa allargare fino a diventare auto-consistente.
  • Comunicazione. Grande attenzione va riservata alla comunicazione dei risultati delle azioni con lo scopo primario di favorire un terreno di consapevolezza e coinvolgimento sui temi della sostenibilità, sia tra gli esperti che non si sono ancora avvicinati con l’attenzione dovuta a questa importante problematica, sia tra i cittadini tutti.
  • Giovani talenti. Il Laboratorio vuole attrarre il maggior numero di giovani talenti possibile. La scienza della sostenibilità è una scienza in divenire il cui studio richiede nuove metodologie di ricerca ancora da individuare e che va affrontato con una apertura mentale maggiore di quella confinata all’interno delle discipline accademche. I giovani talenti si propongono come i candidati ideali per abbattere queste barriere.

Struttura organizzativa

Per l’organizzazione e la gestione del progetto la Fondazione internazionale Trieste per il Progresso e la Libertà delle Scienze affianca l’OGS mettendo a disposizione sedi, personale tecnico e amministrativo.

Consiglio scientifico

Presidente Stefano Fantoni

Componenti:

Mauro Bussani
Giovanni Carrosio
Marina Cobal
Fabrizio Fiore
Filippo Giorgi
Matteo Marsili
Michele Morgante
Guido Sanguinetti
Cosimo Solidoro
Claudio Tiribelli

International Advisory Committee

Presidente Andrea Illy

Componenti:

Zeno D’ Agostino
Katia Da Ros
Giuseppe Falco
Alessandro Garrone
Enrico Giovannini
Jan Goldin
Hubert Keller

Tutte le informazioni sul sito dedicato che sarà disponibile a breve.